ZANZIBAR ISLAND..different emotions!

myfulldrawer zanzibar tanzania tour africaZanzibar è davvero un’isola da scoprire, ti riesce a dare emozioni diverse. La grande bellezza e’ la sua natura incontaminata, boschi e foreste con scimmie e baobab di una bellezza straordinaria e poi i villaggi..non ci si rende conto, se non li si va a visitare almeno una volta nella vita, della semplicita’ e poverta’ della vita di questo popolo. Vivono in case (se possiamo definirle tali) di fango o di mattoni, i piu’ fortunati le hanno in pietra, vivono scalzi ma con abiti coloratissimi, le donne indossano abiti che le ricoprono quasi totalmente, colorati e con fantasie tipicamente africane. I bambini ti sorridono con gli occhi e ti chiedono una “pippi” che in swahili significa “caramella”..e se gliene porgi una, la loro gioia sprizza da tutti i pori!

Si puo’ vivere di mare e sole, ma puoi anche divertirti con le tante escursioni proposte. Si puo’ andare a Prison Island, o anche detta isola delle tartarughe giganti, ce ne sono alcune anche di 180 anni, poi si puo’ girare per la foresta delle spezie, la foresta delle scimmie rosse, si puo’ raggiungere la lingua di sabbia al sud dell’isola o andare a vedere il famoso ristorante “The Rock Restaurant”, un ristorante creato su una roccia, e tutto intorno..l’oceano!Si puo’ anche andare a dare un’occhiata a Stone Town, la capitale, con i suoi negozietti tipici, pieni di souvenirs ed il famoso mercato, dove è conveniente comprare le spezie. Per chi è debole di stomaco non consiglio di andare a visitare l’ala del mercato dove si vende la carne e il pesce, l’area è tempestata di mosche, sulla carne, sul pesce e di cattivo odore! alla fine del mercato del pesce viene fatta un’asta, pesci su un banco di pietra e centinaia di persone che gridano il prezzo, il pesce viene venduto al migliore offerente.

La zona piu’ bella è il nord dell’isola, dove non esiste il fenomeno delle maree che fa “sparire” il mare e costringe a fare chilometri di piattaforma per raggiungerlo, e non esiste il fenomeno delle alghe.

L’unico consiglio che mi sento di dare è di fare attenzione ai “beach boys”, questi ragazzoni che si trovano sul bagnasciuga della spiaggia (vicino agli ombrelloni non gli consentono di venire..e meno male), che insistono e insistono per farti comprare un braccialetto, un pareo, la placca di ebano con il nome tuo e del tuo fidanzato e tanto altro..il problema è che se compri da uno, devi comprare da tutti. ti si accalcano intorno e ti chiedono chiedono chiedono..a volte sono stati fastidiosi! quindi acquistate e quello che vi va e via, senza farvi impietosire, perché esagerano!

Per il resto sono stata felice di aver provato questa esperienza, l’Africa ti resta dentro..per sempre!

Baci baci

——————————————————————————–

Zanzibar is an island to explore, here you can feel different emotions. The great beauty is an unspoiled nature, woods and forests with monkeys and baobab of extraordinary beauty and villages..don’t you realize, if you do not  go to visit at least once in life, simplicity and poverty of the life of this people. They live in houses (if we can call them such) of mud or brick, the more ‘lucky” have a houre made of stone, live barefoot but with colorful dresses, women wear clothes that cover them almost completely, colorful and with fantasies typically of Africa. Children smile at you with their eyes and ask you a pippi” which in Swahili means “candy” .. and if you give a candy, their joy oozes from every pore!

You can ‘live by the sea and sun, but you can also have fun with the many excursions offered. You can ‘go to Prison Island, or also called “the island of the giant tortoises”, there are also some 180 years old, then you can’ turn to the forest of spices, red monkey forest, you can ‘reach the sandbar to the south of the island or go to see the famous restaurant “The Rock Restaurant”, a restaurant founded on a rock, and all arond..just ocean! You can ‘also going to take a look at Stone Town, the capital, with its typical shops full of souvenirs and the famous market, where it is cheaper to buy spices. For those who are weak of stomach shouldn’t go to visit the wing of the market where they sell meat and fish, the area is studded with flies on meat and fish and foul of smell! At the end of the fish-market is done an auction, fishes are on a stone bench and around there are hundreds of people who shouted a price, the fish is sold to the highest bidder.

The most ‘beautiful is the north of the island, where there isn’t the phenomenon of the tides (the sea “disappeared” and forced to walk miles on a Platform) , and there isn’t the phenomenon of algae.

The only advice I feel to give is to pay attention to the “beach boys”, these boys who are on the shore of the beach (near the umbrellas do not allow him to come.. thank goodness), who insist and insist to make buy a bracelet, a pareo, ebony plaque with your name and your boyfriend and so on..the problem is that if you buy from one, you have to buy from everyone. Swarming around you and ask and ask yand ask you ..were sometimes annoying! So purchased what you like and go away, without making you pity, because they exaggerate!

For the rest, I was glad I tried this experience, Africa remains inside of you.. forever!

kisses kisses

zanzibar island africa tanzaniaIMG_1408IMG_1295IMG_1323IMG_1346IMG_1387IMG_1391MERCATO MARKET ZANZIBAR TANZANIA AFRICATANZANIA AFRICA ZAZNIBAR SUMMER ESTATE

A paradise called..ZANZIBAR!

IMG_1036Immaginavo esistesse un paradiso da qualche parte nel mondo..ed ora l’ho trovato..Si chiama ZANZIBAR! Oggi e’il mio primo giorno qui, dopo 9h e 45′ di aereo da Milano, si arriva in un aereoporto che tutto sembra tranne quello che dovrebbe essere. Una stanza rovinata con un bancone, li sopra vengono posizionati a mano i bagagli, e i passeggeri devono riconoscere il proprio e portarlo via, nessun rullo mobile, quindi tanta attenzione a beccare la propria valigia. Appena fuori, una massa di persone ti toglie praticamente la valigia di mano, pur di portartela fino al furgoncino per guadagnarsi una mancia. Dopo un’ora di pullman, tra capanne, mercatini di banane, bimbi dolcissimi e donne dai foulard con colori vivacissimi e tipicamente africani..siamo arrivati nel nostro villaggio : GOLD ZANZIBAR BEACH & RESOT SPA. Un vero paradiso terrestre. La sabbia bianca, il mare blu e questi ombrelloni enormi stile capanna. Oggi mi godo il relax e la pace, domani in giro per escursioni e tanto tanto sole!!

——————

I imagined that existed a paradise somewhere in the world..and now i found..It is called ZANZIBAR! Today is my first day here, after 9h and 45′ flight from Milan, you arrive at an airport that everything seems to be, except what it should be. A room ruined with a counter top, above them are positioned by hand luggage, and passengers must recognize their own and take him away, no movable roller, and then a lot of attention to peck his own suitcase.

Just outside, a mass of people that pratically take away the suitcase of hand, bringing it to the minivan, just to earn a tip. After an hour of coach, between huts, markets of bananas, loveable children and women with vibrant colors and typically African scarves ..we arrived in our village : GOLD ZANZIBAR BEACH & RESORT SPA. A true paradise on earth. The white sand, blue sea and enormous hut style umbrellas.

IMG_1105IMG_1106IMG_1111IMG_1122IMG_1129IMG_1131IMG_1054IMG_1076IMG_1083IMG_1097

 

Me..a Peter Pan.

Peter Pan

Live Laugh Love

Livelaughlove

Ti amo…

image

Love is..

image image image image image image

Le regole della felicità

Le regole della felicità

I brutti sogni ..

MOMO & MOMA fun

I fumetti rispecchiano la mia vita reale, molte delle cose che disegno sono realmente accadute nella mia vita. Ma penso che i miei due avatar siano un pò la rappresentazione di tutte le coppiette..

Questo slideshow richiede JavaScript.

SHOES MANIA

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.